Aggressione fascista a Pavia


Aggressione fascista a Pavia

18 Ottobre 2008

Aggressione fascista a Pavia

Mercoledì 15 ottobre al centro sociale Barattolo di Pavia
c’era una serata di musica e ballo, una serata di aggregazione
organizzata dal Collettivo Universitario Autonomo in risposta alle
ordinanze “anti-bivacco” volute dal sindaco di
centro-sinistra Piera Capitelli (ordinanze analoghe a quelle di cui
abbiamo sentito parlare di recente anche a Lecco). Si era presentata un
sacco di gente quella sera, tanti ragazzi, tanti studenti, i soliti
noti ma anche molte facce nuove. Dovete sapere però che il
centro sociale di Pavia ha una particolarità: sorge accanto alla
sede di Forza Nuova, o meglio: di fianco al Barattolo, nonostante le
molte proteste sollevatesi, è sorta qualche anno fa la sede di
Forza Nuova. E quella sera, fin dalle prime ore, erano state segnalate
diverse intimidazioni da parte di chi, andando alla festa, doveva per
forza di cose passare davanti a quella sede. Roba di tutti i giorni.
Nessuno ci avevano fatto caso più di tanto. Vogliono solo
provocare. Lasciamoli perdere. Questa volta però (e purtroppo
non era la prima) i provocatori sono passati dalle parole ai fatti:
verso le 23:00 tre giovani che passavano di lì sono stati
aggrediti e colpiti al volto dai ragazzi di Forza Nuova sulla soglia
della sede. Altre quattro persone si sono accorte di ciò che
stava accadendo e sono sopraggiunti nel tentativo di soccorrere i
ragazzi feriti. A quel punto gli aggressori, armati di spranghe,
tirapugni e una mazza chiodata, recuperati dall’interno della
sede, si sono opposti agli amici dei ragazzi aggrediti. La situazione
è degenerata, tutti i ragazzi del Barattolo si sono precipitati
in strada, sono accorse le forze dell’ordine e soprattutto le
ambulanze per portare sette delle persone picchiate al pronto soccorso:
le prognosi sono comprese tra i 3 e i 12 giorni. Nonostante questo, i
ragazzi, velocemente medicati, vengono portati in questura dove vengono
trattenuti fino alle 9:00 del mattino per l’identificazione e le
deposizioni prima di tornare in ospedale. Nel frattempo i ragazzi in
strada hanno improvvisato un presidio davanti alla sede, mentre alcuni
poliziotti li tenevano a debita distanza per “sicurezza” e
altri invece scortavano gli aggressori, riparatisi all’interno
della sede, sulle macchine della polizia. Ecco che allora il Collettivo
Universitario Autonomo organizza per il giorno seguente una
manifestazione nella fatidica via. Si sono presentate all’incirca
200 persone tra studenti , lavoratori, membri del collettivo
Co.r.s.a.ri. ed anche alcuni consiglieri comunali di Rifondazione.
L’intento della manifestazione di oggi era la richiesta della
chiusura immediata della sede di Forza Nuova a Pavia e come gesto
simbolico di riappropriazione di quello spazio si voleva appendere un
paio di striscioni alla saracinesca della sede. Le forze
dell’ordine però, in tenuta da sommossa, si sono schierate
impedendo ai manifestanti di avvicinarsi, così il corteo si
è trasformato nuovamente in presidio. Un megafono recuperato
è diventato allora portavoce dell’amarezza, della
tristezza, della rabbia dei presenti. Rabbia, soprattutto rabbia, anche
perché durante la serata è giunta la notizia che
addirittura ai ragazzi brutalmente pestati è stato impedito di
esporre denuncia contro gli aggressori. Il sindaco di Pavia promuove la
sicurezza per le strade impedendo la libera aggregazione nelle piazze,
il consumo di alcool al di fuori degli esercizi commerciali, ma a
fronte di questi fatti si limita a dire “non posso farci
niente”. Questo però ai ragazzi non basta. A tutti noi non
basta. È stata formalmente richiesta la chiusura immediata (non
lo spostamento) della sede di Forza Nuova da parte del Collettivo
Universitario Autonomo e dai consiglieri di Rifondazione, gli stessi
che si dichiarano pronti a vigilare personalmente, quotidianamente,
“perchè quella saracinesca non si alzi mai
più”.

Laura Isacco

preso da http://www.quileccolibera.net


Annunci

La vita… è la poesia preferita dell'universo

Tagged with: , ,
Pubblicato su Notizie e politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: