Veltroni: ”Mai avuto a che fare con Villabate”


Veltroni: ”Mai avuto a che fare con Villabate”
PDF

Stampa

E-mail

di Silvia Cordella – 21 ottobre 2008
Ha deposto di fronte alla quinta sezione del Tribunale di Palermo il
segretario del Pd Walter Veltroni. Ma del Centro Commerciale di
Villabate, per cui era stato chiamato a rispondere dalla difesa di
Pierfrancesco Paolo Marussig, non ne sa nulla.

Così il leader del Partito Democratico ha negato il suo coinvolgimento
nel progetto che tanto aveva suscitato gli appetiti della famiglia
mafiosa dei Mandalà, interessati a far sorgere a Villabate, un modesto
centro alle porte di Palermo, un Warner Village composto da venti sale
cinematografiche e un ipermercato targato Auchan.


Secondo il pentito Campanella il lungo ed articolato iter
amministrativo per l’approvazione del progetto aveva però incontrato
non poche difficoltà. Una in particolare aveva riguardato il parere
contrario di un esponente dei Ds, Giuseppe Mannino, il quale aveva
palesemente contrastato in sede di approvazione la proposta
commerciale, accusando Campanella di voler favorire la Asset (la
società romana di intermediazione di cui Marussig era presidente) e il
disegno mafioso. Per ammorbidire la sua posizione, aveva spiegato
Campanella, «Marussig si era rivolto a Veltroni per fare pressioni sul
consigliere comunale perché non facesse più opposizione in aula» e
ottenere così il via libera della maggioranza. Il canale per arrivare
all’esponente politico sarebbe stato Giuseppe Daghino, consulente
dell’ex Sindaco di Roma nella società Rpr “Risorse per Roma”, che
lavorava per il Comune.  Il leader dell’opposizione però ha negato
decisamente un suo coinvolgimento attivo nella vicenda e alla difesa di
Marussig, rappresentata dall’avv. Enrico Sanseverinati, ha risposto di
non essere mai stato sollecitato dal presidente della Asset ad
intervenire sul consigliere Mannino. Di Marussig Veltroni ha
manifestato solo un vago ricordo per essere stato compagno di scuola di
suo fratello quando l’ex Sindaco di Roma aveva 12 anni. «L’ho
conosciuto quando eravamo bambini – ha aggiunto, sollecitato dal pm Di
Matteo – mi ricordo che erano una famiglia molto numerosa e uno di loro
era compagno di scuola di mio fratello Valerio. Non l’ho più rivisto se
non qualche anno fa durante una cerimonia in Campidoglio». Walter
Veltroni ha poi detto di non conoscere le attività della Asset Group o
della Asset Development specificando solo che ad occuparsi di cinema in
famiglia era la fidanzata di suo fratello, Federica Lucisano e che «per
scelta, con i miei familiari – ha concluso il segretario del Pd – da
quando sono impegnato in politica ho rapporti di grande affetto e
sintonia, ma teniamo le nostre vite separate».

preso da www.antimafiaduemila.com
______

tanto per rimanere nel tema importante tra la politica e i tribunali

se la politica non è sana come pretendiamo che lo sia la società ??
quindi complimenti ai magistrati che fanno bene il loro lavoro !

Annunci

La vita… è la poesia preferita dell'universo

Tagged with: ,
Pubblicato su Notizie e politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: