La Camorra affitta le proprie case alla Nato



di Dora Quaranta – 27 ottobre 2008
Casal di Principe (Caserta).
Tra Casal di Principe e San Cipriano vi è una grande villa da anni affittata ad ufficiali della Nato. La situazione è davvero imbarazzante perché l’immobile è di proprietà della famiglia di uno dei più pericolosi latitanti d’Italia, Antonio Iovine, ricercato da più di 12 anni.

E’ paradossale, ha detto Franco Roberti, coordinatore della Dda di Napoli intervistato dal Corriere della Sera, che le casse della Nato alimentino quelle della Camorra. Il giudice delle indagini preliminari però ha negato il sequestro della villa perché non vi sono prove sufficienti che sia stata comprata con fondi sporchi.

Non è un fatto purtroppo isolato l’affitto di questa villa. Probabilmente vi sono altri centinaia di casi simili, avverte il colonnello dei carabinieri Carmelo Burgio, <<con introiti milionari per la malavita locale, che così riesce a riciclare in modo pulito gli introiti delle sue attività illecite. Solo l’anno scorso, nel marzo 2007, riuscimmo a sequestrare beni pari a cento milioni di euro del clan Bianco-Cervino e a localizzare una cinquantina delle loro ville, che erano state acquistate grazie ad un largo giro di truffe alle assicurazioni auto. Di queste oltre 40 erano state affittate a militari americani stanziati nelle basi Nato campane. Oggi quasi tutte sono ancora abitate da ufficiali Usa con le loro famiglie. Ma gli affitti, che sono alti per queste regioni e variano in genere dai 1.500 agli oltre 3.000 euro mensili, vanno ora ad un fiduciario dello Stato>>.

Non è facile attuare i controlli sui fitti perché, fa notare Francesco Nuzzo sindaco di Castel Volturno, <<in quest’area, in alcuni anni, c’è stato un notevole sviluppo urbanistico talvolta con una illegalità molto diffusa. Ad esempio, solo nel territorio del mio comune ci sono ben 5000 vani che non sono condonabili perché realizzati su aree gravate da usi civici, quindi demaniali>>.

La preoccupazione degli inquirenti è cercare di capire chi sono gli intermediari della Camorra presso gli americani.

da antimafiaduemila

Costruzioni abusive ce ne sono un sacco

o comprate con soldi illeciti

anche perchè non si fa grandchè nella maggior part dei casi

saranno i controlli preventivi sui territori inefficaci a quanto pare.. se ci sono

ma poi gli diamo il condono ! si premia chi ruba chi fa il disonesto !!

perchè è ben consapevole chi sta costruendo qualcosa di abusivo !

e allora ??  buttiamole giù queste case ecc così chi ha usato i soldi

se li vedrà frantumare sotto gli occhi

mentre gli occhi dei cittadini potranno riposarsi da questo abuso edilizio

Per gli immobili controllati dalla mafia .. bè o buttarli giù

e fare un progetto del comune per utilizzare quei territori liberati

oppure cederli al comune affinche ne faccia buon uso

Annunci

La vita… è la poesia preferita dell'universo

Tagged with: , , , , , , , , ,
Pubblicato su mafia, Notizie e politica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: