Piazza Farnese – 28 gennaio 2009 –


Piazza Farnese – 28 gennaio 2009 –


Alcuni video della manifestazione in difesa del principio dell’indipendenza della Magistratura e quindi della giustizia , con riferimenti in particolare a De Magistris, Forleo e Apicella.Vi invito a giudicare da quello che è stato veramente detto in piazza Farnese non da quello che vi viene detto parzialemte da politici e stampa .

Grande intervento di Di Pietro, bambinate le critiche di Fini, Presidenza della repubblica, Cicchitto(pdl) con l’appoggio di tutta l’aula, critiche a Di Pietro solo per aver letto alcune sue frasi estrapolate da un discorso serio e completo! Che si ascolti tutto l’intervento prima di parlare !!  L'”invito a nascondere” la propria libertà di pensiero è rivolto a questo striscione “Napolitano dorme, l’Italia insorge”(**) e ovviamente Di Pietro dice che questa censura è inaccettabile(nn accusa qlk per la censura,xk non sa chi è stato ), poi,Di Pietro, inizia un discorso dove critica alcune  decisioni di Napoletano!! e dov’è lo scandalo???

Parla uno dei ragazzi dello striscione

(**)Parla uno dei ragazzi dello striscione

Questo dice repubblica ( su un tono simile RaiNews24 )”sono partiti fischi contro il presidente della Repubblica quando è stato rimosso uno striscione sul quale era scritto “Napolitano dorme, l’Italia insorge”.” MA I FISCHI ERANO CONTRO IL SEQUESTRO ! COS’E’ REPUBBLICA PENSA CHE NAPOLITANO LO ABBIA FATTO CENSURARE ?? Dopo l’accenno alla censura sì che si critica Napolitano ma in modo rispettoso.

non si può più parlare di quello che fa il presidente della Repubblica !!?????

Ecco cos’altro riporta ANSA :

” Di Pietro critica Napolitano
Quirinale: parole offensive. Fini: non si travalichi mai rispetto
(ANSA) – ROMA, 28 GEN – Tensioni tra Antonio Di Pietro e il presidente Napolitano, accusato dal leader Idv di essere a volte ‘poco arbitro’ e ‘poco terzo’. Lo sfogo Di Pietro dopo il sequestro a piazza Farnese di un manifesto con la scritta ‘Napolitano dorme, l’Italia insorge’. Immediata la replica del Quirinale: (*)la presidenza della Repubblica e’ estranea alla vicenda dello striscione, da Di Pietro parole ‘offensive’. E interviene anche il presidente della Camera Fini: ‘La critica non travalichi il rispetto’.

(*)nell’altricolo sopra si deduce che c’è stata un malinteso, perchè la critica della presidenza della Repubblica è sul fatto che lei non centra niente con il sequestro dello striscione !! Ma chi ha mai detto,nella manifestazione, che  la presidenza della Repubblica centra con il sequestro ??? Il sequestro è solo un motivo per ricordare la libertà di espressione e per iniziare ad esprimere  le vere critiche a Napolitano, che deve cercare di appoggiare un vero cambiamento della politica .

“Il silenzio è mafioso, e per questo non voglio rimanere in silenzio”A.D.

[vale per chiunque]

Tutti video della manifestazione.

Salvatore Borsellino Piazza Farnese

Monia Benini piazza Farnese

Antonio Di Pietro piazza Farnese

Antonio Di Pietro Piazza Farnese parte 2

Antonio Di Pietro Piazza Farnese seconda parte

Roma, piazza Farnese – commento di Di Pietro

Marco Travaglio Piazza Farnese

Marco Travaglio piazza Farnese seconda parte

Marco Travaglio piazza Farnese seconda parte

Marco Travaglio piazza Farnese terza parte

Marco Travaglio piazza Farnese terza parte

Marco Travaglio piazza Farnese quarta parte

Marco Travaglio piazza Farnese quarta parte

Beppe Grillo Piazza Farnese

Intervista a Beppe Grillo a Piazza Farnese

Roma piazza Farnese, interviste alla gente

Grillo, Travaglio e Vulpio a piazza Farnese, Roma

Le prime reazioni a Piazza Farnese mi ricordano quelle di piazza Navona.Vengono attaccati i partecipanti per le loro critiche a Napolitano … non capisco siamo in un paese libero o no ??

se non si offende si può criticare quanto si vuole …dovrebbe essere così .

Criticare Napolitano è antidemocratico ??

cosè più antidemocratico ?

criticare il presidente della Repubblica
o fare il lodo Alfano(i processi dei 4 che vengono sospesi)?
o avere in parlamento condannati, prescritti per reati anche mafiosi ?
o avere una TV(informazione) legata al potere?
o vedere il potere giudiziario invaso dal governo, e esponenti politici di livello
attaccare indiscriminatamente la magistratura?
o vedere un parlamento privilegiato di fronte alla legge ?
o vedere che per 10 anni ormai un imprenditore,Di Stefano con la sua Europa7, che non riesce a
lavorare perchè lo stato non vuole, pur avendo vinto un concorso , sbaragliando gli avversari ??
pur essendoci una sentenza europea che incita a risolvere la questione ?

Vorrei ricordare alcuni versi che ho scritto qualche giorno fa … per evitare che si stia in un “silenzio mafioso” .

Un Uom0


Temi reali della Manifestazione di Piazza Farnese :

Difesa della legalità,  difesa della costituzione,  De Magistris e il seguito,  procura Catanzaro, procura Salerno, Apicella, interfererenza parlamento,  giustizia, parlamento privilegiato,  Genchi,  Paolo Borsellino, Emanuela Loi, Giovanni Falcone,  stragi,  Cossiga/manifestazioni studenti, Mancino, indipendenza della magistratura,  intercettazioni,  intercettazioni ambientali,  Lodo Alfano,  lodo Consolo,  Rai senza politica,  legge elettorale, censura striscioni,  critica rispettosa al presidente della Repubblica, distanza delle istituzioni dalle persone,  “il silenzio è mafioso” , conflitto interessi, non candidabilità di condannati, no incarichi per i rinviati a giudizio,  no alle gare pubbliche per imprenditori condannati…

[ vi invito a vedere i commenti numero 4 e 5 ]

Organi di stampa sulla manifestazione

… scelgono di parlare della reazione (inopportuna) dei politici alla manifestazione  invece  dei temi importanti trattati in piazza Farnese, indipendenza della magistratura,  allontanare politici imprenditori condannati dalle rispettive funzioni … difendere la libertà di espressione , di indagare i reati , rendere i parlamentari = a tutti gli altri cittadini ecc… !!

Il Messaggero :

Di Pietro: Napolitano poco arbitro\Il Quirinale: espressioni offensive

Corriere della Sera

Di Pietro attacca Napolitano\È bufera, il Quirinale: «Offensivo»

[…]”il leader dell’Italia dei Valori si rivolge così al capo dello Stato: «Vogliono farci ancora una volta lo scherzetto di Piazza Navona. Ma in una civile piazza c’è il diritto a manifestare. Presidente Napolitano, possiamo permetterci di accogliere in questa piazza chi non è d’accordo con alcuni suoi silenzi?». Di Pietro prende come spunto la rimozione nella piazza di uno striscione contro il presidente della Repubblica.[…] eddajè della censura non ha incolpato Napolitano !!

Il Giornale:

Giustizia, Di Pietro attacca Napolitano Il Colle: “Frasi pretestuose e offensive”

L’unità :

Di Pietro attacca Napolitano: «Il silenzio è da mafiosi». Bufera sul leader Idv

mio commento all’articolo , che vale per ogni altro giornale

[Ma vi sembra il caso che tutta la stampa perda tempo su queste cavolate ???
Basta dire
1 di pietro ha criticato l’operato di Napolitano e con rispetto.
2 la maggioranza dei parlamentari ritengono che di Pietro abbia offeso Napolitano.
3,4,5,6,7 all’infinito   elencare tutte le cose intelligenti che sono state dette !!
Invece nò !! paginate di cavolate e cavolate quando si sa che Di Pietro non ha offeso Napolitano  .! ]

Rainews :

Di Pietro attacca Napolitano. Il Colle: “Espressioni offensive”

Repubblica :

Scontro tra Di Pietro e il Quirinale/“Non è arbitro”. La replica: “Offensivo”

Reazioni dei TG sulla manifestazione  :

TG1 ore 20

Rainews24


( i video degli interventi o dei TG se li trovo li aggiungerò, vi invito anche a segnalarmeli grazie  ).

Associazione Nazionale Familiari Vittime di Mafia su facebook

appello fini travaglio

Gruppo Passaparola-Marco Travaglio su  Facebook

Annunci

La vita… è la poesia preferita dell'universo

Tagged with: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Pubblicato su disinformazione, informazione, marco travaglio, Notizie e politica
7 comments on “Piazza Farnese – 28 gennaio 2009 –
  1. Silvia ha detto:

    Grazie Alex per il servizio reso.
    Dall’ufficio non ho potuto ascoltare la manifestazione.
    Ma non avevo dubbi dei toni rispettosi di Di Pietro e del fatto che avrebbero travisato cio’ che lui ha detto. Seguirò attentamente la tua relazione e non quella pressapochista dei giornali italiani. Come Qualcun altro, “ho fame e sete di giustizia”. E di notizie veraci.
    Grazie.

  2. milena ha detto:

    Ora sì, che si ragiona. Nel discorso di Di Pietro non c’è nulla di ingiurioso. Al contrario, ha chiesto, delicatamente ed educatamente, un aiuto. L’informazione in Italia non c’è più. Speriamo che non tocchino internet.

  3. Alex Buzzella ha detto:

    Già hanno solo l’obbiettivo di mettere in cattiva luce queste manifestazioni e di isolare sempre di + i politici che partecipano !

  4. Samu ha detto:

    Adesso ho ascoltato quello che dice Di Pietro, il primo video non mi è sembrato male, ha detto cose condivisibili.
    Ho iniziato il secondo e lì inizia attaccando chi piazza alla Rai politici trombati, peccato che lui ha fatto la stessa cosa piazzando politici trombati da altri partiti in Parlamento (ma questa effettivamente è un’altra storia).
    Non ho capito come mai chiama in ballo il Presidente della Repubblica chiedendogli “Possiamo noi avere qui in Piazza tra noi qualcuno che non è d’accordo con alcuni suoi silenzi?”
    L’insinuazione è una cosa pessima, se vuol dire che Npolitano vuole abolire la libertà di critica, almeno che lo dica chiaramente, non fare insinuazioni e poi dire “sono i giornali e le tv che hanno tolto delle frasi dal loro contesto” (o frasi simili).
    Prima parla dei silenzi di Napolitano, poi dice “il silenzio uccide, il silenzio è mafioso”. Se questo non è un offesa al Presidente della Repubblica allora effettivamente sto impazzendo. Mi pare che il senso delle Istituzioni, del quale dice di essere a difesa pare venire un po’ meno in queste parole.
    Decisamente giustizialista quando va a dire che vuole la non candidabilità di persone rinviate a giudizio, (sfortunatamente per Di Pietro in Italia c’è ancora la presunzione d’innocenza fino alla fine del processo).
    Il simpatico amante della legalità poi dovrebbe spiegarmi perchè non ha voluto la commissione d’inchiesta sul G8 di Genova (ma questa è un’altra storia).
    Poi per finire leggo adesso su Repubblica le “precisazioni” di Di Pietro, che francamente mi ricordano quelle di Berlusconi, quando dopo una sparata va a dire che sono stati i mass media a interpretarla male.
    Grazie di aver pubblicato i video così ho potuto sentire cosa dice effettivamente Di Pietro, ti posso comunque dire che quello che ho sentito al tg 1, al tg 3 e letto su Repubblica online non è che fosse molto diverso da quello effettivamente detto, l’unica cosa emersa più chiaramente dai video è che Di Pietro non riesce a concludere una frase senza fare uno strafalcione grammaticale….

  5. Alex Buzzella ha detto:

    Ciao ! e grazie per la risposta.
    allora

    “Possiamo noi avere qui in Piazza tra noi qualcuno che non è d’accordo con alcuni suoi silenzi?” penso lo abbia detto , e lo avrei detto anche io in difesa della libertà di pensiero , non perchè Napolitano la nega ma perchè lui dovrebbe , visto che succede spesso che si censurino manifesti, farsi sentire per difendere questa libertà di espressione. Che si dica che Di Pietro attribuisce la censura a Napolitano è dovuto al modo in cui sono state raccontate le cose e dalla risposta della presidenza della Repubblica, che diceva che non sapeva niente del manifesto quando nessuno l’ha accusata di averlo fatto nascondere .

    Sulla Rai : credo che i partiti se ne debbano andare del tutto e lasciare l’informazione liberà da influenza della politica.Che di un informazione = e poco seria mi sono stufato .

    Sul silenzio bè credo che Di Pietro abbia iniziato a parlare del silenzio di Napolitano sul lodo Alfano,poi ha criticato la posizione fuori luogo sulla questione De Magistris, Salerno ecc e mi sembra solo una critica, condivisibile o no dipende . Poi ha continuato dicendo che non era d’accordo sulla distanza fra le istituzioni e le famiglie vittime (della miafia) ,credo, dei terroristi che fanno informazione e insegnano(* qui se qualcuno sa dirmi a cosa si riferisce ^^ ammetto la mia ignoranza: unica cosa a cui posso pensare è la presenza in parlamento di condannati o persone poco affidabili , per reati di mafia corruzione ecc che parlano parlano mancando di rispetto alle vittime di quei reati ) così continua e arriva a dire il rispetto è dovuto, il silenzio è mafioso ! E questo non è vero ?? stare zitto, far correre le cose e far finta di non vedere non è un atteggiamento che asseconda la mafia o qualsiasi altro episodio, organizzazione criminale ?? bisogna ricordare che era una manifestazione a cui partecipava ” Associazione nazionale Familiari Vittime di Mafia” e magari si è lasciato prendere da qll aspetto nel dire “il silenzio è mafioso” cioè poteva dire “il silenzio è da codardi” per dire la stessa cosa ma dicendo la prima frase ha ottenuto un effetto più forte e che comprendeva più campi .

    Sulle persone rinviate a giudizio credo che sia solo una parte dell’obbiettivo di non far entrare condannati in parlamento ecc , e secondo me è una parte dove ci possono essere ovviamente diverse opinioni, anche io non so fino a quanto sia giusto… però ognuno ha le sue idee.Ma evidenziando una macchia non dimentichiamoci della maglietta.^^

    Sulla commissione di inchiesta.leggi qui :
    Passaparola di lunedi 17 novembre ne parla Travaglio. ( ctrl + F e ricerca commissione parlamentare di inchiesta). comunque non me ne intendo tanto quindi non posso schierarmi decisamente sulla cosa.

    Sulle “precisazione” lui non ha smentito le sue parole, come fa Berlusconi che gli citi una sua frase e dice che non l’ha detta , lui ha detto che non è vero che ha offeso il presidente, perchè per lui lo ha solo criticato e i modi e i toni, che io condivido, credo che cmq siano discutibili, e che gli hanno fatto dire cose non vere …io leggendo i giornali che ho riportanto nel post ho avuto la stessa impressione… cioè hanno trasformato una critica in un insulto e hanno fatto intendere che Di P. avesse dato la colpa a Napolitano della censura allo striscione …

    Sulla storia che non riesce a finire una frase a volte,spesso forse, succede, ma non mi importa, in politica non è quello che conta… o almeno se ci si ferma a vedere questo siamo messi male … vuol dire che uno che fa fatica a parlare non può fare politica ???

    Ulteriore riflessione è che tutti i mezzi di informazione ascoltati da me si sono soffermati solo su Di Pietro che avrebbe offeso Napolitano ecc Ma Tutti gli altri temi della giornata ??? cioè se Di Pietro non citava Napolitano non di sarebbe detto nulla ?? oppure è più importante giocare sulle parole rivolte a Napolitano che,per rispetto dei cittadini, parlare delle motivazioni della manifestazione ???

    Inoltre facciamo un gioco cosè più antidemocratico ?

    criticare il presidente della Repubblica
    o fare il lodo Alfano(i processi dei 4 che vengono sospesi)?
    o avere in parlamento condannati, prescritti per reati anche mafiosi ?
    o avere una TV(informazione) legata al potere?
    o vedere il potere giudiziario invaso dal governo, e esponenti politici di livello
    attaccare indiscriminatamente la magistratura?
    o vedere un parlamento privilegiato di fronte alla legge ?
    o vedere che per 10 anni ormai un imprenditore che non riesce a
    lavorare perchè lo stato non vuole, pur avendo vinto un concorso , sbaragliando gli avversari ??
    pur essendoci una sentenza europea che incita a risolvere la questione ?

  6. Samu ha detto:

    Essendo stato magistrato Di Pietro dovrebbe sapere che prima di affermare una cosa dovrebbe provarla (io dal video non ho neanche visto che c’era un manifesto), quindi non mi pare che Napolitano debba intervenire a difesa della libertà di espressione fino a quando non ci sia prova che questa è stata lesa.
    Spero non si pretenda che ad ogni personaggio che urla di essere stato censurato si dia credito.
    Di Pietro fa una causa appena può, quindi se riitiene che sia stata lesa la libertà d’opinione (sua o di qualcun altro) non ha che da procedere con una denuncia contro ignoti e ci penserà la Magistratura a chiarire le cose.

    *Sui terroristi che insegnano faceva riferimento ai vari Curcio, Moretti e compagnia che scrivono libri e a volte vengono invitati nelle scuole a parlare (di recente Moretti era stato invitato a parlare alla Sapienza a Roma)*

    Il silenzio non sempre è mafioso, ma potrebbe anche essere un rispettare il proprio ruolo di garanzia senza intervenire nello scontro politico (Napolitano non può segliere se firmare o meno leggi, secondo come si alza la mattina). Nell’ultima legislatura di Berlusconi era già stata approvata una legge tipo Lodo Alfano, però poi è stata bocciata dalla Corte Costituzionale che ha fatto alcuni rilievi, ora quei punti sono stati modificati e quindi non c’era motivo per non firmarla.

    Sul fatto dell’attacco a Napolitano a me è sembrato evidente che gli abbia dato del mafioso. Se lui si riferiva ad altro io non l’ho capito dal suo intervento, quindi qui condivido pienamente gli interventi in difesa del Presidente della Repubblica.

    Di Pietro forse non sa in che mondo vive, non può pretendere che i Tg e i giornali riportino quello che vuole lui, riportano quello che fa più notizia (quello che conta è avere uno share alto e molti lettori), e non fa ormai più notizia il fatto che dica che il lodo Alfano non va bene, che il Parlamento sia pieno di condannati, etc etc, questo lo dice da parecchio tempo….

    Sul resto dei punti credo di essere d’accordo con Tonino, (sul suo analfabetismo scherzavo, e mi scuso, c’è di peggio in Parlamento…).

  7. Alex Buzzella ha detto:

    sul manifestoda quello che ho capito hanno invitato il proprietario ad abbassarlo a nasconderlo… sul fatto che ci sia stato credo sia vero perchè anche organi di informazione hanno detto che poi quel manifesto è riapparso a tratti durante la manifestazione, comunque ammesso che sia vero non vedo perchè Napolitano non debba pronunciarsi in favore della libertà di pensiero.

    Bè sul silenzio non vuol dire che se firma qualcosa non può commentarla, e se non la commenta uno può pensare che sia d’accordo, indifferente o sì potrebbe anche pensare che lo ha fatto per rispetto del suo ruolo, ma non c’è scusa che tenga per non poterlo criticare, poi ci può essere chi è d’accordo o no, a seconda di come si vede la cosa : “uno può pensare che sia d’accordo, indifferente o sì potrebbe anche pensare che lo ha fatto per rispetto del suo ruolo”.

    E sul silenzio mafioso credo che si potesse interpretare in due modi, il primo che attribuisce a Napolitano il silenzio mafioso, il secondo che pone in risalto il rispetto e il silenzio ma dello stesso Di Pietro , lui dice circa “il rispetto è una cosa” ” ma il silenzio è mafioso”… come dire che se fosse stato in silenzio lui stesso sarebbe stato un silenzio mafioso …

    Sui giornali e TG essendoci la libertà ognuno scrive quello che vuole ecc… però ridurre tutta la manifestazione ad alcune frasi di Di Pietro, boh mi sembra un po povera come informazione …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: