Milano: alcuni consiglieri provinciali PDL partecipano al corteo fascista


Ho appreso la notizia da milano.repubblica.it che nella manifestazione di estrema destra [ fascista: “saluti romani”,omaggio alla memoria del “sottotenente della Rsi”,ecc…] a Milano del 29 aprile hanno partecipato anche consiglieri provinciali del PDL e precisamente si fa il nome di un consigliere : Roberta Capotosti .

/*aggiunta – 3/05/2010 – 20:58
Io sono contro ogni estremismo. Sia di destra che di sinistra. Chi usa la violenza contro chi non la pensa come lui è da condannare. Lo dico per evitare che il post venga strumentalizzato da una o dall’altra parte. Gli estremisti di sinistra che hanno ucciso Sergio RamelliEnrico Pedenovi sono da condannare come tutti i fascisti postDittatura che hanno fatto lo stesso, mentre nel caso di Carlo Borsani (e tutti i fascisti della dittatura) sarebbe stato giusto un processo e poi il carcere .

Non capisco questa lotta infinita fra l’estrema sinistra e l’estrema destra, due mondi con idee contrapposte e che spesso sfociano nella violenza e nell’oppressione… In Italia una delle parti ha creato una dittatura, ma in altri paesi è stata l’estrema sinistra a crearla …
Ma c’è gente che continua a schierarsi non capendo che a parte le idee la violenza li porta ad essere più vicini di quanto pensino, qui mi riferisco all’epoca post fascista, mentre nel fascismo è giusto schierarsi, io mi schiero con i partigiani anche se alcuni di loro hanno sbagliato, appena conclusa la guerra, ad uccidere ex fascisti, un bell’ergastolo sarebbe stato più giusto, anche se il contesto storico (guerra e sofferenza per anni) purtroppo è da prendere in considerazione .

Viva la libertà e i diritti universali dell’uomo, cose che gli estremisti spesso dimenticano o trasformano a seconda della propria volontà .

Si deve essere antifascisti senza essere estremisti e senza usare la violenza !

*/

Vi metto la mail che ho mandato, sperando di avere una risposta e l’elenco degli altri partecipanti:

A:
pdl@provincia.milano.it; italiadeivalori@provincia.milano.it;lega_nord@provincia.milano.it;f.penati@provincia.milano.it;
b.tobagi@provincia.milano.it; m.gatti@provincia.milano.it; pd@provincia.milano.it; udc@provincia.milano.it; guidotiascolta@provincia.milano.it; u.maerna@provincia.milano.it; l.agnelli@provincia.milano.it; f.altitonante@provincia.milano.it; s.garnero@provincia.milano.it; s.bolognini@provincia.milano.it; capogruppo@pdlprovinciamilano.it; roberta.capotosti@virgilio.it
Oggetto : Consiglieri provinciale alla manifestazione di estrema destra (fascista)  del 29 aprile
Testo :

Salve,
volevo farvi conoscere o ricordarvi che degli esponenti del consiglio provinciale della provincia di Milano, quindi Vostri Colleghi, il 29 aprile hanno partecipato alla manifestazione di estrema destra a Milano, [direi fascista: “saluti romani”,omaggio alla memoria del “sottotenente della Rsi” ecc…]. La notizia l’ho appresa dall’articolo di Repubblica Milano:

Dove si fa solo un nome preciso, citando: “alcuni esponenti politici milanesi del Pdl come la consigliera provinciale Roberta Capotosti ” .
Ora vorrei chiedervi di informarvi e di informare i cittadini di tutti i nomi dei consiglieri che hanno partecipato alla manifestazione per poi chiederne le dimissioni !
D’altronde se un ragazzo leghista del Comune di San Giovanni Bianco che carica su facebook una foto con il saluto fascista e lo slogan (Fascismo e Libertà) è la goccia che fa consegnare le dimissioni della maggioranza, la partecipazione a una manifestazione di estrema destra (fascista) di consiglieri provinciali cos’è ?
Lascio a voi la risposta .
Ma vi ricordo “Il fascismo per me non può essere considerato una fede politica… il fascismo è l’antitesi di tutte le fedi politiche […], perché il fascismo opprimeva tutti coloro che non la pensavano come lui[…] non si può parlare di fede politica chi opprime le fedi altrui.[…] io combatto ma sul terreno democratico “ come disse Pertini .

grazie


cittadino , alex buzzella

PS: nella speranza che rispondiate vi chiedo di indicare nella risposta se potrò pubblicarla o no & la mail è indirizzata anche a Capotosti che è una delle dirette interessate e da cui mi aspetto una risposta, sempre che la mail sia corretta .

Scambio di email con Massimo Turci

Gentile Signore,
leggo la sua del 30 aprile riferita alla partecipazione alla manifestazione del 29 aprile.
Io personalmente vi ho partecipato anche se solo per pochi minuti, essendo impegnato in una commemorazione avente sempre per oggetto Sergio Ramelli e l’avvocato Enrico Pedenovi. Non credo sia il caso di ricordare che entrambi vennero uccisi da esponenti della sinistra con particolare efferatezza e ferocia. Entrambi non ebbero altra colpa se non quella di non condividere il pensiero di coloro che li hanno colpiti. Entrambi sono assurti a martiri della libertà e ad esempio di dove può portare la bieca violenza e il non rispetto  della  democrazia quale valore universale.

Ciò detto ognuno è libero di partecipare alla commemorazione con la sensibilità e gli atteggiamenti che gli sono propri, io ho partecipato per tanti anni accompagnando Mamma Ramelli il cui strazio non si è attenuato col tempo. Le commemorazioni del 29 aprile hanno l’unico scopo di celebrare due persone scomparse, ogni eventuale episodio di intolleranza è da considerare estraneo alla volontà degli organizzatori, altrimenti sarebbe come dire che se durante le marce della pace o le celebrazioni del primo maggio si verificano episodi di violenza ed intolleranza dovuti a pochi autonomi la colpa dovrebbe essere di tutti i manifestanti.

Per una volta potrei essere d’accordo con la frase da lei citata di Pertini “..non si può parlare di fede politica chi opprime le fedi altrui..” , cerchi di non fare questo errore.

Distinti saluti.
Dr. Massimo Turci

La ringrazio per avermi risposto.
Ovviamente riguardo la commemorazione di persone come Ramelli e Pedenovi uccise solo per i loro ideali non ho da ridire .
Ho da ridire se al corteo partecipano persone fasciste che commemorano chi è stato ucciso solo per i suoi ideali ma si dimenticano
che il fascismo faceva proprio quello.
E vorrei dirle che “..non si può parlare di fede politica chi opprime le fedi altrui..” e ciò comprende il fascismo e nella maggior parte dei casi i movimenti estremisti di destra e sinistra .
In ogni manifestazione ci possono essere episodi di intolleranza(compresi saluti romani e usanze fasciste) e violenza e in ogni manifestazione; Ma gli organizzatori e gli eventuali politici presenti devono dichiarare chiaramente il loro dissenso ..
Vorrei aggiungere che quando si parla di estremismi di sinistra e di destra si deve tenere presente che entrambi hanno fatto dei morti e le persone serie che ricordano le vittime di entrambi debbano allontanarsi dalle idee estremiste ( in questo caso quelle fasciste ).
E non si preoccupi io non opprimo la fede politica di altri, sono contro gli estremismi di destra e di sinistra e in questo caso mi sono dovuto schierare contro i manifestanti fascisti .
cordiali saluti
Alex Buzzella
Annunci

La vita… è la poesia preferita dell'universo

Tagged with: , , , , , , ,
Pubblicato su fascismo, informazione, Notizie e politica
One comment on “Milano: alcuni consiglieri provinciali PDL partecipano al corteo fascista
  1. […] This post was mentioned on Twitter by alex. alex said: Milano: consiglieri provinciali PDL partecipano al corteo fascista: http://wp.me/pm5wH-3ce […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: